La nostra storia

La nostra storia

La nascita

La nostra storia inizia il 1° marzo 1910, quando un gruppo di cittadini del Comune di Vado Ligure costituisce l’Associazione Pubblica Assistenza Croce Verde Vadese.

Lo scopo è fin da subito quello di dare, per mezzo dei soci, un’opera personale di pronto soccorso nei quotidiani infortuni, ed in qualsiasi altra pubblica calamità o sventura.

La Società è autonoma, ha solo carattere umanitario e provvederà alla sua opera senza distinzione di classe, di partiti politici o credenze religiose, anche fuori della zona di Vado.

L’espressione dei valori dell’associazionismo volontario ha fatto sì che i cittadini, liberamente e senza chiedere o ricevere nulla in cambio, abbiano dato e diano ancora oggi la loro disponibilità ad effettuare il servizio di primo soccorso a favore delle popolazioni di Vado Ligure, Quiliano e Bergeggi.

I primi servizi erano effettuati con lettiga a mano, successivamente l’associazione si dotò di una lettiga trainata da cavalli e, infine, di una prima autoambulanza.

La Croce Verde Vadese

Vi sono alcuni momenti salienti della storia della Croce Verde Vadese, contrassegnati sempre

dal crescere in aderenti ed in numero di servizi effettuati, che ancora oggi ricordiamo:

  • la partecipazione alle operazioni di soccorso in occasione del disastro ferroviario di Spotorno.
  • I soccorsi ai feriti dello scoppio del forte di S. Elena, operazione quest’ultima riconosciuta nella medaglia di bronzo al valore civile.

    La nostra storia: Medaglia Bronzo per lo scoppio del S. Elena

    Attestato di Conferimento e Medaglia di Bronzo per i soccorsi ai feriti dello scoppio del forte Sant’Elena

  • La realizzazione della sede al piano terreno e di parte del primo piano di Via Cadorna, allora 1, ora n. 58 e dove ha attualmente sede il Comitato Locale CRI.

Il Sottocomitato CRI di Vado Ligure

La P.A. Croce Verde Vadese con R.D. del 1930 viene sciolta.

I militi ed il patrimonio sono assegnati dal Governo alla Croce Rossa Italiana.

La P.A. Croce Verde Vadese diventa in questo momento Sottocomitato Croce Rossa Italiana di Vado Ligure.

Dopo la trasformazione in Sottocomitato CRI di Vado Ligure la nostra storia ricorda alcune tappe importanti:

  • il 18 febbraio 1945 vennero arrestati il Presidente ed una ventina di militi da parte delle Brigate Nere, accusati di aver soccorso anche i Partigiani.
    Tutti furono interrogati e percossi, la sede di piazza Cavour fu chiusa e l’autolettiga sequestrata.
    Senza vetri e dotata di una di mitragliatrice, fu utilizzata dai repubblichini come una specie di autoblindo.
    L’Associazione Partigiani d’Italia – sezione di Vado Ligure – assegnerà alla Pubblica Assistenza un attestato di benemerenza. 

    Storia: i nostri Caduti

    I nostri Caduti

    Storia: Medaglia comune di Vado Ligure attività periodo bellico 40/45

    Benemerenza del Comune di Vado Ligure per le attività svolte durante il periodo bellico 40/45

    Storia: Attestato Partigiani

    Attestato ANPI

 

  • I Militi, chiamati poi Volontari del Soccorso, presero parte ai soccorsi nelle alluvioni del Polesine negli anni ’50,della vallata del Quiliano (SV) degli anni ’90 e recentemente del basso Piemonte,

    Storia: Benemerenza CRI Alluvione piemonte

    Benemerenza CRI per i soccorsi durante l’Alluvione del 1996 in Piemonte

  • I Volontari hanno svolto servizio nell’assistenza ai profughi al campo di Kukes 1 in Albania.
  • Assieme ad altri Comitati CRI ed alle PP.AA. della Provincia di Savona, i Volontari di Vado ligure parteciparono attivamente alla creazione della prima centrale operativa unificata per gli interventi di soccorso, precursore del 118, ora 112.

Da Sottocomitato a Comitato Locale

Con lo Statuto del 2005 il Sottocomitato diventa una unità del Comitato Provinciale di Savona per poi diventare Comitato Locale di Vado Ligure con la sua Delegazione di Quiliano.

Il Comitato Locale di Vado Ligure – Quiliano oggi

Il D.Lgs 178 del 28 settembre 2012, che privatizza la CRI, trasforma il Comitato in Associazione di Promozione Sociale – ONLUS.

Il nuovo ente assume la denominazione di Comitato Locale di Vado Ligure-Quiliano.

Dal 1910 ad oggi i volontari sono sempre animati dallo stesso spirito di solidarietà.

Le attività svolte vanno oltre ai servizi di primo soccorso, trasporto infermi e assistenza sanitaria con autoambulanza.

Realizziamo un costante impegno nella protezione civile, in attività verso soggetti socialmente deboli e verso i giovani.

I Volontari sono costantemente in prima persona per dare alla C.R.I. un volto nuovo e coerente con i tempi. Sono promotori di un lungo processo di democratizzazione ancora in corso.

Le Sedi

La sede venne realizzata dalla Croce Verde Vadese al piano terreno ed in parte del primo piano dello stabile di Via Cadorna, allora 1, ora n. 58. Ancora oggi il Comitato Locale CRI ha qui la sua sede.

In modo economicamente autonomo dalla sede centrale CRI, nel 1953 i Volontari hanno costruito la veranda: le sempre nuove esigenze hanno richiesto una ristrutturazione dei locali.

Cliccando qui potrai vedere il video originale dell’inaugurazione della nostra sede di Vado Ligure.

Negli anni si è provveduto all’acquisto di un’area dove si sarebbe dovuta edificare una nuova sede.

Nell’ottobre 1997 è stata istituita la Delegazione di Quiliano, dotata di sede e mezzi propri, per migliorare l’efficienza e l’efficacia del servizio in tale Comune.

I commenti sono chiusi