I Sette Principi Fondamentali della Croce Rossa

I sette Principi Fondamentali del Movimento Internazionale di Croce Rossa sono garanzia e guida di tutto il nostro agire.

Essi, infatti, ne costituiscono lo spirito, l’etica ed in definitiva anche la “mission”.

Di conseguenza, essi sono garanti dell’azione del Movimento, ma anche della Croce Rossa Italiana e di ogni suo volontario e aderente.

I Principi Fondamentali sono stati adottati nella Ventesima Conferenza Internazionale della Croce Rossa, che si è svolta a Vienna nell’ottobre del 1965. 

I 7 Principi Fondamentali ed i Valori del Movimento Internazionale della Croce Rossa e della Mezzaluna Rossa sono:

1. UMANITÀ

“Nata dalla preoccupazione di recare soccorso senza alcuna discriminazione ai feriti nei campi di battaglia, la Croce Rossa, sotto il suo aspetto internazionale e nazionale, si sforza di prevenire e di alleviare in ogni circostanza le sofferenze degli uomini.

Essa tende a proteggere la vita e la salute e a far rispettare la persona umana, favorisce la comprensione reciproca, l’amicizia ed una pace duratura fra tutti i popoli”.

Nota: l’impegno primario del Movimento non è solo il soccorso , ma anche la prevenzione della sofferenza.

Per questo motivo tutti gli operatori  si preoccupano di diffondere l’educazione alla salute, la conoscenza dei principi fondamentali e del Diritto Internazionale Umanitario.

2. NEUTRALITÀ

“Al fine di conservare la fiducia di tutti, si astiene dal prendere parte alle ostilità e, in ogni tempo, alle controversie di ordine politico, razziale, religioso e filosofico”.

3. IMPARZIALITÀ

“La Croce Rossa non fa alcuna distinzione di nazionalità, di razza, di religione, di condizione sociale e appartenenza politica.

Si adopera solamente per soccorrere gli individui secondo le loro sofferenze dando la precedenza agli interventi più urgenti”.

Nota: per rispettare la persona umana è necessario rispettare la sua vita, la libertà, la salute, le sue idee e i suoi costumi.

In particolar modo devono essere eliminati i concetti di superiorità e di inferiorità.

4. INDIPENDENZA

“La Croce Rossa è indipendente.

Le Società nazionali, ausiliarie dei poteri pubblici nelle loro attività umanitarie e sottomesse alle leggi che reggono i loro rispettivi paesi, devono però conservare un’autonomia che permetta di agire sempre secondo i principi della Croce Rossa”.

5. VOLONTARIETÀ

“La Croce Rossa è un’istituzione di soccorso volontaria e disinteressata”.

Nota: il volontario è la persona che aderisce all’organizzazione di sua spontanea volontà, senza alcuna costrizione e senza remunerazione ma ciò non toglie che possano esserci dipendenti retribuiti.

Infatti, essi  fanno la scelta di vita di aderire ai Principi del Movimento e di aiutare il prossimo a livello professionale .

6. UNITÀ

“In uno stesso Paese può esistere una ed una sola Società di Croce Rossa.

Deve essere aperta a tutti ed estendere la sua azione umanitaria a tutto il territorio”.

7. UNIVERSALITÀ

“La Croce Rossa è un’istituzione universale in seno alla quale tutte le Società hanno uguali diritti ed il dovere di aiutarsi reciprocamente”.

Nota: ogni programma di sviluppo della CRI si fonda su una visione globale dei bisogni di ogni persona.

Sulla base di tali principi, CRI progetta e realizza strutture e servizi. In questo CRI richiede la partecipazione dei destinatari col fine di rafforzarne le loro capacità e contribuendo al miglioramento delle loro condizioni di vita.

Clicca qui per il Movimento Internazionale della Croce Rossa

I commenti sono chiusi